top of page
  • .

INVARIATI I DIRITTI CAMERALI 2023

Con la nota 11.11.2022 n. 339674, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy conferma per il 2023 gli importi del diritto camerale annuale già dovuti nel 2022 e in anni precedenti.

Per i soggetti iscritti nella sezione speciale del Registro delle imprese, il diritto è dovuto nelle seguenti misure:

- società semplici non agricole: 100,00 euro (unità locale 20,00 euro);

- società semplici agricole: 50,00 euro (unità locale 10,00 euro);

- società tra avvocati ex DLgs. 96/2001: 100,00 euro (unità locale 20,00 euro);

- imprese individuali (piccoli imprenditori, artigiani, coltivatori diretti, imprenditori agricoli): 44,00 euro (unità locale 8,80 euro).

Relativamente alle imprese iscritte nella sezione ordinaria del Registro, le misure sono le seguenti:

- imprese individuali: 100,00 euro (unità locale 20,00 euro);

- tutte le altre imprese: importi variabili in relazione all’aliquota applicabile per lo scaglione di fatturato relativo al 2022, con un minimo di 100,00 euro e un massimo di 20.000,00 euro (unità locale 20% di quanto dovuto per la sede principale con un massimo di 100,00 euro).

A tali importi occorre aggiungere la maggiorazione, fino al 20%, applicata dalle singole Camere di Commercio che, per il triennio 2023-2025, sarà oggetto di prossima approvazione con provvedimento ministeriale.


FONTE: EUTEKNE



Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page