top of page
  • .

L'INFLAZIONE COLPISCE SOPRATTUTTO I POVERI

Secondo l'ultima Relazione annuale della Banca d’Italia, nel 2022 l'inflazione si è caratterizzata per aver colpito maggiormente le fasce più deboli (+17,9%) rispetto alla popolazione più ricca (+ 9,9%) a causa del fatto che i primi hanno un paniere meno diversificato. A rimetterci sono le fasce di popolazione più povera, che non hanno possibilità di sostituzione di beni o servizi.

Inoltre se da una parte il reddito medio delle famiglie è aumentato, dall'altro questo è stato azzerato dall'inflazione. «Il tasso di inflazione annuo è stato per quei nuclei pari al 5,3 per cento nel dicembre 2021 e al 17,9 nello stesso periodo del 2022, contro il 3,5 e il 9,9 per cento per le famiglie appartenenti al quinto più alto della spesa».


FONTE: LA STAMPA



Comentarios


Los comentarios se han desactivado.
bottom of page