top of page
  • .

BENEFICIO PRIMA CASA PER IL LAVORATORE TRASFERITO ALL'ESTERO

Nella circ. 16/02/2024 n. 3 l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti su alcune novità normative 2023 in materia di imposta di registro.

Tra questi è interessante quanto specificato in relazione all’art. 2 del DL 69/2023, che, dal 14/06/2023, ha modificato le condizioni di accesso all’agevolazione prima casa per i contribuenti trasferiti all’estero disponendo che l’acquirente trasferito all’estero per ragioni di lavoro, che abbia risieduto o svolto la propria attività in Italia per almeno cinque anni, può accedere al beneficio prima casa a condizione che l’immobile acquistato sia ubicato “nel comune di nascita o in quello in cui aveva la residenza o svolgeva la propria attività prima del trasferimento”.


FONTE: EUTEKNE



Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page