top of page
  • .

SI EVITA LA SOGLIA PENALE CON IL RATEIZZO DI IVA E RITENUTE

Stando allo schema di decreto legislativo di riforma delle sanzioni, le violazioni da ritardato e omesso versamento di imposte saranno sanzionate in misura inferiore, cioè del 30% per ritardi di oltre i 90 giorni dalla scadenza, del 15% per ritardi entro i 90 giorni e dell’1% per ogni giorno di ritardo fino al quindicesimo giorno saranno sostituite, rispettivamente, da una sanzione nella misura del 25%, del 12,5% e dello 0,83%.

Penalmente, invece, i reati di omesso versamento delle ritenute certificate (sopra la soglia di 150.000 euro) e dell’IVA (sopra la soglia di 250.000 euro), non saranno punibili se sussiste una rateazione in corso o il debito residuo non sia superiore a 75mila euro per l’Iva e 50mila per le ritenute.


FONTE: EUTEKNE



Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page