top of page

VITTORIA PER IL MADE IN ITALY. UE: CARNI E VINI NON SONO CIBI DANNOSI

Sospiro di sollievo per il made in Italy, dove nel settore agroalimentare il vino e la carne hanno rischiato di essere estromessi dall’elenco dei prodotti che Bruxelles sostiene ogni anno con risorse destinate alla promozione sui mercati esteri. Come annunciato dal ministro dell’Agricoltura e Sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida «Grande risultato in Europa. La Commissione ha eliminato carne e vino dalla lista degli alimenti ritenuti dannosi per la salute. È una notizia importantissima per tutta la Nazione, una vittoria che abbiamo ottenuto lottando con determinazione a difesa delle eccellenze italiane. Non solo, adesso ci sono anche più risorse economiche per le Indicazioni Geografiche, con altri 2 milioni di euro, proprio come avevamo chiesto noi. Tutto questo dimostra che il nostro nuovo approccio paga. Il cambio di passo del Governo Meloni, il lavoro di squadra, l’attenzione al mondo agroalimentare sono gli strumenti con cui difendiamo il prodotto italiano e diamo risposte precise a esigenze che erano rimaste insoddisfatte ormai da troppo tempo».

A fine ottobre, infatti, era emerso che Bruxelles aveva inserito tra i criteri che guideranno le future azioni promozionali requisiti stringenti per alcune categorie di prodotti quali la carne rossa e i suoi derivati, il vino e gli alcolici. Un rischio non da poco se si pensa che la zootecnia legata alla carne bovina registra un fatturato in Italia di circa 10 miliardi di euro ai quali vanno aggiunti i circa 16 del vino made in Italy.


FONTE: IL SOLE 24 ORE



bottom of page