top of page

ATTI IN FRODE IRRILEVANTI PER L'APERTURA DELLA LIQUIDAZIONE CONTROLLATA DEI BENI

Nel Codice della crisi di impresa e di insolvenza, l’apertura della liquidazione controllata per il sovraindebitato non è subordinata all’inesistenza di atti in frode da parte del debitore, come confermato dal Trib. Roma 1.12.2022, il quale ha precisato come resti irrilevante in tal senso anche l’eventuale colpevolezza nella determinazione del sovraindebitamento.


FONTE: EUTEKNE



Comments

Couldn’t Load Comments
It looks like there was a technical problem. Try reconnecting or refreshing the page.
bottom of page