top of page
  • .

NULLO IL LICENZIAMENTO SE CONTEGGIATE LE ASSENZE LEGATE ALL'INVALIDITA'

Il Trib. Parma 9.1.2023 n. 1, pronunciandosi in materia di computo nel periodo di comporto delle assenze per malattia da parte di lavoratori invalidi, ha chiarito che computare le assenze per malattia connesse alla condizione di disabilità nel periodo di comporto costituisce discriminazione indiretta e violazione del principio di uguaglianza.

Occorre, infatti, considerare le specificità connesse alla condizione di handicap, che comportano un maggior rischio di assentarsi per malattia più volte e per periodi più lunghi, nonché di assentarsi di più dal lavoro per sottoporsi a cure specifiche. In caso contrario, i lavoratori invalidi sono posti in una situazione di svantaggio.

FONTE: EUTEKNE



bottom of page